Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Riapmondo 2018: quarto appuntamento

28 maggio, 20:30

L’esperienza del confine, il confine dell’esperienza: se ne parla ad Albino con il filosofo Rocco Ronchi.

Al via il quarto e conclusivo appuntamento nell’ambito di Ripamondo 2018, ciclo di conferenze che Diaforà ha dedicato anche quest’anno al confronto sulla questione del fenomeno delle migrazioni.

LUNEDÌ 28 MAGGIO alle 20.45 presso la sede della Comunità Montana di Albino (BG), in Viale Libertà 21, appuntamento con il filosofo Rocco Ronchi che interverrà con la conferenza L’esperienza del confine, il confine dell’esperienza. Ingresso gratuito.

Dopo gli interventi di Marco Marzano e Donatella Di Cesare e dopo la visione commentata da Pietro Bianchi del film Mustang, lunedì 28 maggio Diaforà ospita ad Albino il filosofo Rocco Ronchi che interverrà con la conferenza L’esperienza del confine, il confine dell’esperienza.

Fare esperienza, per qualsiasi organismo, significa tracciare dei confini. Un organismo non è qualcosa di dato ma un processo in corso, che procede per inclusioni ed esclusioni di elementi estranei al fine di mantenere e produrre una condizione di omeostasi (es.: metabolismo). La dialettica amico-nemico che struttura il campo politico (C. Schmitt) non è che il prolungamento “culturale” di questa vita organica.

Se l’esperienza, ad ogni livello, è questa attività di tracciamento di confini, la filosofia si propone invece il compito di tracciare un confine al tutto dell’esperienza. La filosofia si pone perciò al limite dell’esperienza come tutto. La condizione propria del filosofo è allora quella dell’esodo. Il filosofo è sempre il senza-patria. Attraverso l’analisi di alcuni passi di Aristotele (sul concetto di luogo) e di Kant (sulla nozione di confine) si cercherà di mostrare come la filosofia sia per definizione irriducibile ad ogni forma di pensiero identitario.    Rocco Ronchi

Professore Ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università degli Studi di L’Aquila. Tiene corsi e seminari in varie università e istituzioni italiane e straniere. È docente presso l’IRPA (Istituto di ricerca di psicanalisi applicata) di Milano. Ha maturato un progetto di ricerca teso a individuare nella filosofia moderna una “linea minore” del pensiero caratterizzata dall’affermazione della più rigorosa immanenza, alternativo a quello “antropologico-esistenziale” dominante nel pensiero continentale.

Leggi il COMUNICATO STAMPA

Dettagli

Data:
28 maggio
Ora:
20:30
Categorie Evento:
,